Potenza e volontà. Omaggio a Friedrich Nietzsche per versi di Stefano Donno

alessandrapeluso

« Dio è morto! Dio resta morto! E noi lo abbiamo ucciso! » (Friedrich Nietzsche, La gaia scienza)

Non è in gioco la libertà o per caso la spontaneità

in bilico il presupposto delle regole o delle credenze religiose

sminuzzate in un eterno insufficiente per qualsivoglia decisione

ogni azione ogni fede ascolta l’onniscienza dell’incedere furente

ogni ricerca di Dio è il dirsi dinanzi allo specchio sono un testimone.

L’obbligo dell’affronto è lo scherno del presente immemore

di un passato glorioso vissuto strenuamente a combattere

la delicatezza nell’ebrezza suadente nell’incavo delle derive

è sospiro flebile d’indifferenza all’omicidio dell’intera umanità.

Il culto della realtà impone l’oltre/uomo nel qui del senso dell’essere

e nell’ora del dionisiaco obliquo riflesso dell’apollineo indomito …

ci sono voluti secoli dopo l’anno zero

ed ecco che in una sola gigantesca deflagrazione psico/cosmica

il Destino genera i suoi Archetipi …

Aleister Crowley , William Shakespeare e Friedrich Nietzsche cantano…

View original post 27 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...